Google e il male (senza accento, per ora)

Il motto (non ufficiale) di Google è sempre stato don’t be evil, e diciamo la verità: all’inizio ci credevamo anche. Quando però leggi notizie come questa comincia a venirti il dubbio che anche loro, piano piano, si stiano convertendo a un certo tipo di business model quantomeno discutibile.

4 commenti

  1. nicolaennio

    Veramente io tengo la wifi accessibile per tutti e sono contento che chiunque ne possa usufruire

    Rispondi
  2. 3v

    Io lascio la macchina accesa quando la parcheggio per strada.

    Scherzi a parte, tra l’avvio di buzz, l’uso “allegro” che fa chrome degli url che si digitano e questa faccenda, direi che negli ultimi tempi le porcate di google si stanno moltiplicando…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *