Aggiornamenti vari

  • È da un po’ di tempo che questo blog non si occupa di LHC, e per un ottimo motivo: le cose stanno andando a gonfie vele. È di ieri la notizia che la luminosità integrata ha raggiunto l’importante soglia di 1 femtobarn inverso, e (cosa ancora più importante) continua a crescere al ritmo di 30 picobarn inversi al giorno. Se le cose continueranno così, alla fine dell’anno i due esperimenti maggiori (che, ricordiamo per i più distratti, sono ATLAS e CMS) avranno a loro disposizione più di 4 femtobarn inversi di dati, che dovrebbero essere già sufficienti per capire se il bosone di Higgs c’è o non c’è (ma non per poter affermare oltre ogni ragionevole dubbio la sua esistenza nel caso in cui ci sia: scherzi della statistica…). Sarà bene però tenere d’occhio comunque la prossima conferenza di fisica delle particelle, che si terrà a fine luglio a Grenoble, perché già lì potrebbe essere presentato qualche nuovo risultato importante.
  • A quanto pare ho un competitor: è appena uscito un nuovo libro sulla storia della meccanica quantistica che promette molto bene (qui una mini-recensione di Peter Woit). Non vedo l’ora di metterci le manacce sopra (anche virtualmente se necessario).
  • Parlando della serie di post sulla MQ: credo di aver leggermente sottostimato la quantità di tempo che richiede un progetto del genere. All’inizio pensavo di riuscire a scrivere una puntata alla settimana, ma i fatti stanno dimostrando che questa previsione era troppo ottimistica. Anche se, ora che la stagione NBA è finita (a proposito: grandissimi Mavs!), dovrei avere un po’ più di tempo a disposizione.
  • E già che siamo in argomento: in realtà mi sarebbe già venuta un’idea per un nuovo ciclo di post. Si tratta di qualcosa di completamente diverso: il tema sarebbe non più la fisica ma la matematica, e il taglio non più storico ma divulgativo (tra mille virgolette). Non vorrei dire di più per il momento, ma ho già iniziato a buttare giù un po’ di materiale.
  • Last but not the least (and perhaps the foremost): pare proprio che dal prossimo primo settembre non sarò più un disoccupato, grazie a questi signori qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *